Home»Novità»Bonus bici: come funziona e come richiederlo

Bonus bici: come funziona e come richiederlo

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Il Bonus Mobilità, noto più comunemente come bonus bici, è una delle voci che rientrano nel Decreto Rilancio. Questa serie di iniziative attuate dal governo per riattivare l’Italia in seguito alla crisi economica collegata alla recente emergenza sanitaria, include dunque una voce molto interessante per chi vuole dotarsi di un nuovo mezzo a due ruote.

Il buono in questione, è stato appositamente pensato per incentivare i mezzi di trasporto privati ed ecologici. In questo modo inoltre, il governo spera di evitare assembramenti nei mezzi pubblici e dunque di evitare il diffondersi del famigerato virus Covid-19.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza a riguardo, cercando di rendere più comprensibile ciò che contiene il decreto riguardo questo interessante bonus.

I requisiti per chiedere il bonus bici

Il Bonus Mobilità è costituito da un buono legato all’acquisto di un mezzo di trasporto rientrante nella lista diffusa dal ministero dei trasporti. In questa, va detto, rientrano anche i monopattini elettrici ma anche altri mezzi come e-bike, hoverboard e monowheel.

Si tratta, dunque, di un ottimo modo per dotarsi di un dispositivo di questo tipo o, nel caso se ne possieda già uno, di effettuare un sostanzioso upgrade.

La direttiva ministeriale specifica come il bonus bici è valido dal 4 maggio al 31 dicembre 2020. Per poter effettuare la richiesta, il richiedente deve:

  • essere maggiorenne
  • risiedere in capoluoghi di regione o di provincia
  • risiedere in comuni con più di 50.000 abitanti

Per quanto concerne le modalità di erogazione del buono, esso può essere di natura digitale, da consegnare al momento dell’acquisto, o risultare un rimborso successivo all’ottenimento del mezzo.

Quanto si può risparmiare con il buono?

Passiamo dunque ai dettagli interessanti. A quanto ammonta un buono legato al bonus bici? L’incentivo offerto dallo stato può coprire fino al 60% del costo complessivo del mezzo. In ogni caso, la copertura massima è di 500 euro. Ovviamente non si può chiedere più di un buono a testa.

Come richiedere il Bonus Mobilità

Una volta appurato di rientrare nelle categorie di persone che possono richiedere il bonus bici, è possibile procedere con la richiesta vera e propria.

La stessa, va effettuata attraverso la piattaforma Web del Ministero dell’Ambiente, con il richiedente che dovrà fornire le proprie credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), al fine di procedere con la richiesta del buono o chiedere il rimborso per un acquisto già effettuato.

Come richiedere le credenziali Spid

La richiesta delle credenziali Spid è utile non solo per la richiesta del Bonus Mobilità, ma anche per una serie di servizi che possono essere utili per qualunque tipo di necessità.

Per procedere, va ricordato, che è necessario essere maggiorenni. La richiesta può essere effettuata attraverso uno dei provider che offrono questo genere di servizio per conto del governo italiano.

Prima di procedere è bene avere a portata di mano:

  • indirizzo e-mail
  • numero di telefono
  • carta di identità
  • tessera sanitaria.

A questo punto, ogni piattaforma che eroga questo servizio (sono in totale 9 diversi provider), ha una procedura diversa per certificare l’identità del richiedente. Va inoltre ricordato come non tutti forniscono questo servizio gratuito.

Non sai quale monopattino controllare? Visita le pagine del nostro sito, ti aiutiamo noi!

Previous post

urbetter S1 pro / Kugoo S1 recensione

Next post

Xiaomi MI M365 Pro (Mi Electric Scooter Pro) Recensione