I migliori Skateboard elettrici 2020

Gli skateboard elettrici sono l’unione di uno prodotto, una volta riconosciuto come semplice gioco, con un motore e alcune interessanti aggiunte tecnologiche. Da questa fusione nasce quello che si può considerare, a tutti gli effetti, un vero e proprio mezzo di trasporto.

Se in principio uno skateboard era fatto funzionare esclusivamente attraverso la spinta dell’utente (noto come skater), al giorno d’oggi la tavola viene gestita attraverso una serie di funzioni e comandi piuttosto avanzati. Già in principio tali prodotti presentavano una notevole varietà di materiali e design, l’introduzione della tecnologia ha ulteriormente ampliato il mercato.

Di fatto, al giorno d’oggi, per un comune utente scegliere un dispositivo di questo tipo non è semplice. Se, già per chi conosce il settore, possono sorgere dei dubbi, è facile intuire in quanti dilemmi possa perdersi un neofita.

In questa guida affronteremo proprio questo tema, fornendo una guida il quanto più possibilmente accurata che possa supportare chi intende avvicinarsi a questo mercato.

Come scegliere gli skateboard elettrici

Prima di soffermarci sui singoli modelli di skateboard elettrici, è bene riflettere su quali parametri prendere in maggiore considerazione quando si intende effettuare un acquisto di questo tipo.

Ancor prima di scendere nei dettagli, va detto che con questo termine, in realtà, vengono racchiusi più tipologie di prodotti. Questa differenziazione preliminare riguarda principalmente la forma dello skateboard e delle sue ruote. In ogni caso, possiamo dividere le tavole in:

  • Skateboard elettrico, con una tavola larga 19 o 20 centimetri e lunga tra i 75 e gli 80. Le estremità (note come nose e tail) possono presentare diverse lunghezze e/o inclinazioni.
  • Longboard elettrico, caratterizzato da una tavola particolarmente lunga della norma. Inoltre, questo tipo di modello, presenta una forma più larga e delle estremità meno accentuate. Le ruote tendono ad essere più grandi e, anche per questo motivo, sono la soluzione più consigliata per chi vuole avvicinarsi a questo mondo.
  • Pennyboard elettrico, più corto rispetto agli standard del settore. Il loro uso è legato all’utilizzo nell’ambito del trasporto e non hanno nulla a che fare con freestyle e trick vari.
  • Cruiser, ovvero modelli di Pennyboard ancora più leggeri e maneggevoli, anch’essi legati all’uso per spostamenti vari.

Dopo questa premessa, è possibile approfondire la tematica riguardante i principali parametri da considerare prima di effettuare l’acquisto.

Batterie

Una volta scelta una tipologia generale tra le suddette che collimi perfettamente con le proprie esigenze, uno dei principali parametri di cui tenere conto sono le batterie.

La soluzione più comune prevede l’utilizzo di batterie al litio che, similarmente a quelle degli smartphone e di prodotti simili, garantisce una resa e un ciclo di ricariche piuttosto apprezzabili.

Al di là di tale standard, ormai pressoché indispensabile, per determinare la bontà del prodotto, le batterie meritano ulteriori attenzioni. Se l’autonomia, per ovvie ragioni, catalizza tutta l’attenzione, va tenuto conto anche dei tempi di ricarica. A dispetto della longevità infatti, una batteria che si ricarica in un tempo superiore alle 6 ore potrebbe essere problematica da gestire.

Ovviamente, bisogna tenere conto del fatto che una migliore batteria può influire, anche in maniera piuttosto consistente, sul prezzo complessivo dello skateboard. Come vedremo in seguito, questo costo aggiuntivo può però rivelarsi alla lunga un vero e proprio investimento.

Velocità e potenza del motore

Pur tenendo conto sempre dai limiti imposti dal codice della strada, è innegabile che la velocità massima raggiungibile sia una peculiarità che fa gola a chiunque intende acquistare uno skateboard elettrico.

A determinare la velocità di punta, vi sono in realtà diversi fattori. Tra di essi è bene considerare specifiche tecniche, peso del conducente e pendenza della strada. A grandi line comunque, questa si aggira tra i 10 e i 40 chilometri orari.

La potenza del motore, espressa in Watt, può poi influire sulle pendenze massime affrontabili. Questa caratteristica, che può sembrare secondaria, assume un ruolo principale chi sa già che, nei percorsi preferiti, sono presenti particolari tratti di salita.

Controlli e altre funzionalità

Ovviamente, un dispositivo in grado di raggiungere tali velocità deve essere controllato in qualche modo. La maggior parte degli skateboard elettrici, presenta dei controlli che permettono attraverso un controller da tenere praticamente in mano, di gestire la tavola al meglio.

Questi dispositivi permettono di gestire diversi aspetti della tavola e, nei modelli più avanzati, ciò può includere vari livelli di velocità e non solo.

Peso e materiali di costruzione della tavola

Il peso e i materiali di costruzione sono fattori che possono influire sia la durabilità dello skateboard che la possibilità di utilizzare lo stesso come mezzo per il trasporto intermodale.

Un modello realizzato con prodotti di maggiori qualità dunque, può anche risultare più resistente a malaugurati urti. Generalmente, per la tavola vera e propria, vengono utilizzati legni in grado di unire resistenza alla flessibilità. In tal senso, l’acero è la soluzione più diffusa ed apprezzata. Per quanto concerne altre componenti si spazia dall’alluminio al PU (soprattutto nell’ambito delle ruote).

Il carico

Strettamente connesso ai materiali di costruzioni, vi è il carico che gli skateboard elettrici possono sopportare. Se l’utente è un ragazzino, questa caratteristica risulta quasi del tutto superflua.

Nel caso di pesi consistenti da parte dell’utente, è bene dare uno sguardo a tale valore. Generalmente, gli skateboard, riescono a reggere senza problemi persone con un peso attorno ai 70-80 chili (a parte i modelli per bambini). A grandi linee, i modelli più prestanti possono reggere 120-140 chili senza problemi.

Ovviamente, nel caso di un utente sovrappeso, è bene informarsi accuratamente riguardo il modello che si intende acquistare.

Quanto può costare uno skateboard elettrico?

Prima di procedere esaminando i principali modelli di skateboard elettrici, è bene soffermarsi un attimo sul costo di questi prodotti.

Così come per tanti altri dispositivi ad alto tasso tecnologico, il range dei prezzi risulta molto vari e va ad abbracciare un po’ tutte le tipologie di budget che un utente può avere a disposizione.

Generalmente, uno skateboard elettrico low cost, dovrebbe avere un costo che si aggira intorno ai 150 euro. Andare sotto questo livello, potrebbe comportare l’acquisto di un dispositivo che, per motivi piuttosto evidenti, non è in grado di offrire uno standard qualitativo accettabile. Gli skateboard elettrici di “fascia alta” possono facilmente costare più di 300-350 euro e, nella maggior parte dei casi, risultano essere qualitativamente estremamente interessanti.

Come si suol dire però, chi più spende meno spende. Affidandosi a un prodotto di alta qualità infatti, si può contare su dei veri e propri mezzi di trasporto, in grado di sostituire un comune motorino o una bicicletta (elettrica e non). Ciò può comportare, per esempio, dei notevoli tagli alle spese legati ai rifornimenti di carburante.

Prima di considerare esagerato il costo di un prodotto, dunque, vanno fatte tutte le valutazioni del caso.

I migliori modelli sul mercato

Dopo questa premessa sul mondo degli skateboard elettrici, è finalmente possibile focalizzarci sulla lista vera e propria dei migliori modelli attualmente sul mercato.

Skateboard Elettrico COLORWAY

Cominciamo la lista con lo Skateboard Elettrico Colorway, un longboard facile da usare anche per chi è alle prime armi. Grazie al telecomando, in grado di offrire 2 modalità di guida, tale prodotto si adatta sia ai neofiti che agli esperti.

Le ruote in dotazione sono realizzate in PU flessibile e consentono un angolo di rotazione di 360 gradi. Di fatto, esse garantiscono equilibrio e sinuosità dei movimenti. Le batterie sono LG Li-ion 4AH (la ricarica completa dura circa 3-4 ore) e supportano un prestante motore elettrico da 400 W. La massima velocità raggiungibile è pari a 28 chilometri orari.

» Vedi offerta su Amazon «

Quer Skater ZAB0025

Tra gli skateboard elettrici, vi sono anche modelli più essenziali come Quer Skater ZAB0025. Al di là di un design semplice e di un prezzo alla portata di tutti, questo modello risulta interessante anche per altre peculiarità.

Questo particolare prodotto presenta tre marce, con una velocità massima raggiungibile di 15 chilometri orari. La tavola è realizzata in acero e le ruote in alluminio e PU. La pedana è ricoperta da una superficie antiscivolo, che permette di avere una postazione solida e stabile sotto i piedi.

La batteria è ai polimeri di litio da 25,2 V e con una capacità pari a 2,2 Ah. Per una ricarica totale, essa richiede circa 2 ore. Altro punto forte di Quer Skater ZAB0025 è la portata notevole: esso infatti, a fronte di appena 3,8 chili di peso, regge fino a 120 chili.

» Vedi offerta su Amazon «

Nilox 30NXSKMO00004

Un altro modello particolarmente interessante è lo skateboard Nilox 30NXSKMO00004. Si tratta di un prodotto caratterizzato da uno stile fortemente vintage. Il design, caratterizzato da una maggiore larghezza della tavola, permette una guida rilassata nel contesto cittadino.

Il telecomando in dotazione permette di accellerare fino a 12 chilometri orari, ma anche di frenare o muoversi in retromarcia. Le ruote hanno un diametro di 3,3 pollici, mentre le batterie risultano da 4.400 mAh. Questo valore si traduce in un’autonomia complessiva di 20 chilometri, mentre per una ricarica completa sono richieste circa 2 ore.

» Vedi offerta su Amazon «

Mini Skateboard WeSkate E200

Alla lista di skateboard elettrici non poteva mancare una soluzione particolarmente focalizzata sulle dimensioni ridotte. Riesce pienamente in questo intento il Mini Skateboard WeSkate E200.

La tavola in questione offre 2 modalità di velocità, variando dai 10 ai 20 chilometri orari. Il tutto viene gestito da un telecomando Bluetooth. Il prodotto è realizzato in legno d’acero multistrato, materiale che è in grado di offrire un alto livello di flessibilità. L’asse portante invece, è realizzata in alluminio inossidabile per offrire la massima durabilità. Le batterie Li-Ion da 2,2 Ah, garantiscono sessioni prolungate di utilizzo senza alcun tipo di problema.

Il peso, inferiore ai 5 chili, permette al Mini Skateboard WeSkate E200 di essere estremamente facile da trasportare sia a mano che eventualmente in uno zaino. Ciò rende questo modello ideale per il trasporto intermodale.

» Vedi offerta su Amazon «

Skateboard elettrico Longboard MJ-Games

Terminiamo la lista dei migliori skateboard con un modello longboard piuttosto interessante. Si tratta infatti della tavola proposta da MJ-Games, un’alternativa più che degna rispetto alle tavole sinora illustrate.

Si tratta infatti di un potente modello dotato di motore brushless dual drive da 1650 Watt, gestibile attraverso un pratico telecomando wireless ad alta frequenza. La natura potente dello skate in questione, viene sottolineata anche dalle due ruote motrici, che testimoniano come tale modello sia in grado di aggredire anche le superfici più difficili da affrontare.

Il materiale utilizzato per la tavola è costituito da 7 strati di acero di altissima qualità. Ad esso è poi aggiunto uno strato ulteriore di bambù, in grado di fornire una ulteriore resistenza a urti e scossoni. Di fatto, questo piccolo “mostro” è in grado di affrontare pendenze anche di 30 gradi.

A supportare lo skateboard elettrico di MJ-Games, vi è poi una prestante batteria al litio 36V 10.4 Ah. La stessa, può essere ricaricata in appena 6 ore e, al contempo, può garantire un’autonomia fino a 20 chilometri. Le 4 modalità di guida poi, permettono un utilizzo del dispositivo da parte di utenti più o meno esperti.

» Vedi offerta su Amazon «

Conclusioni finali

Ridurre gli skateboard elettrici a semplici giocattoli, è a dir poco riduttivo. Come già accennato, i moderni modelli sono considerabili al 100% dei veri e propri mezzi di trasporto, in grado di permettere all’utente una mobilità notevole nel contesto urbano e talvolta non solo.

L’intento di acquisto, in tal senso, può determinare un eventuale investimento consistente in questo settore. Di fatto, è possibile trovare nei modelli più costosi delle vere e proprie alternative sia alle biciclette (elettriche e non), sia ai motorini.

Si tratta infatti di mezzi economici ed ecologici, nonché facili da trasportare quando non sono in uso (in ufficio, così come sulla metro). Con l’arrivo della bella stagione e di temperature più miti comunque, è innegabile che sfrecciare sul proprio skateboard possa essere considerato un vero e proprio divertimento.